Soltanto pochi anni fa i droni erano dispositivi appannaggio di poche persone, che li usavano per scopi professionali o perché appassionati di volo aeromodellistico.
In poco tempo sono diventati prodotti tecnologici di largo consumo, con varie fasce di prezzo: da quelli più economici a poche decine di euro fino a quelli più costosi, che arrivano a migliaia di euro e sono utilizzati in ambiti specialistici, come possono essere le indagini termografiche o i rilevamenti topografici.
Alla fascia economica appartengono i selfie droni, quadricotteri sottili e compatti, usati per scattare delle fotografie.

Drone per selfie, tascabile e pieghevole

Il drone per foto è pensato e realizzato per essere trasportato facilmente, stare quasi nel palmo di una mano e di essere usato senza alcun problema anche da chi non è appassionato di quadricotteri. Non ha quindi grandi performance di volo e non copre lunghe distanze, perché l’autonomia della batteria è limitata a pochi minuti. Anche la qualità della telecamera non è elevata. Le caratteristiche principali sono:

  • Le dimensioni ridotte, sono dei veri e propri mini droni
  • La semplicità di pilotare il drone attraverso lo smartphone o con un’app dedicata
  • L’autonomia della batteria che oscilla tra i e 10 minuti.
  • Poche funzioni e semplici: possono decollare e atterrare dalla mano, ma mancano di sensori per evitare gli ostacoli e del sistema return to home, in caso di perdita di controllo del dispositivo.
  • Solitamente non hanno il GPS, ma usano delle mini telecamere installate nella parte inferiore e puntate per rimanere in volo fisso in un determinato punto
  • Le telecamere hanno una bassa qualità

Selfie drone in 4k

Come si è visto la praticità e l’assenza di funzioni avanzate sono le caratteristiche principali del drone usato per fare foto. Ma ci sono alcune eccezioni. Esistono sul mercato alcuni modelli con telecamere che possono arrivare alla risoluzione 4K e con batterie che hanno un’autonomia maggiore. Con l’aumentare del prezzo si possono trovare funzioni aggiuntive come il riconoscimento dei gesti, che consente di scattare la foto con il drone muovendo la mano, il follow me e l’active tracking, che permettono al drone d’inquadrare la persona anche quando è in movimentoQuesti droni possono essere usati anche per fare foto aeree.

Droni economici alla portata di tutti

Si è visto che i selfie droni sono piccoli, compatti e portatili. Hanno poche funzioni avanzate. Questo di rispecchia anche nel costo, quindi, quanto costa un drone per fare foto?. Generalmente questi quadricotteri sono droni economici, con il prezzo che oscilla tra i 50 e i 150 euro, anche se c’è chi preferisce spendere qualcosa in più per avere telecamere con una qualità video migliore, almeno in Full HD.

In conclusione

Come gli smartphone sono adatti per fare selfie in ogni occasione, anche i selfie droni sono ideali da usare in ogni momento. Dalle feste di compleanno alle cene con gli amici, dalle riunioni con la famiglia ai barbecue in giardino, il drone per selfie è un ottimo strumento per catturare questi momenti. Ma non solo, perché anche chi pratica attività all’aria aperta o fa escursioni può fare volare il drone per scattarsi delle fotografie da angolature insolite e spettacolari.

Ora che sai come riconoscere un drone per selfie non ti resta che acquistarne uno ed iniziare a scattare foto per il tuo profilo Instagram.

 111 total views,  1 views today

Condividi sui social