Quello dei droni è un settore che negli ultimi anni ha vissuto un vero e proprio boom. Iniziato come un passatempo perlopiù solitario, si è evoluto fino a diventare uno sport a tutti gli effetti, con tanto di campionato mondiale organizzato dalla Federazione Areonautica Internazionale. Ma se pilotare un drone tra acrobazie ed evoluzioni appassiona gli adulti, si è creata una fetta di mercato dedicata anche ai bambini che vogliono iniziare a sperimentare il pilotaggio da remoto dei droni.

I droni giocattolo pensati per i bambini solitamente sono più leggeri e maneggevoli, perlopiù sprovvisti di fotocamera ma con prestazioni che accontenteranno sicuramente i piccoli piloti. In questo articolo vedremo nel dettaglio come scegliere il miglior drone giocattolo.

Identikit del drone giocattolo

Per drone giocattolo si intende un quadricottero che rientra nella categoria di prodotti per bambini.
I droni giocattolo volano, alcuni hanno la fotocamera integrata e possono essere manovrati tramite smartphone come i droni professionali, ma secondo la normativa ENAC presentano una scritta che specifica da quale età possono essere utilizzati (ad esempio “dai 6 anni in su”).

Oltre a essere ovviamente più economici di quelli professionali, i droni giocattolo per bambini non superano i 250 grammi di peso, anche per evitare danni nel momento in cui andrà a sbattere contro qualcosa.

Nei droni giocattolo, inoltre, le eliche sono protette da paraeliche per evitare danni alle eliche o che il bambino si tagli accidentalmente, e sono previste funzioni come il Return to Home e il riconoscimento automatico degli ostacoli, in modo che non ci sia il rischio di smarrimenti accidentali e urti durante il volo.

Questa categoria di droni è progettata e realizzata esclusivamente per scopo ludico, per far trascorrere al bambino qualche ora di divertimento e spensieratezza, in casa o all’aria aperta, imparando e iniziando a sperimentare tutte le possibilità e il divertimento offerti da questo hobby. L’utilizzo dei droni giocattolo è semplice e intuitivo, non occorrono particolari conoscenze tecniche per sfruttare tutte le funzioni previste e generalmente basta qualche ora di pratica per imparare a manovrarli in maniera fluida. In commercio si trovano anche modelli di droni giocattolo ispirati ai più famosi personaggi del piccolo e grande schermo, come ad esempio Star Wars e Iron Man.

Cosa prevede la normativa

La normativa sul corretto utilizzo dei droni è regolata dall’ENAC, l’Ente Nazionale Aviazione Civile. Premesso che, come in qualsiasi altra attività il bambino deve essere accompagnato da un adulto durante l’utilizzo, è bene adottare delle misure di comportamento per non usare il drone in modo improprio e non arrecare danni a cose o persone.

Secondo la normativa vigente il drone giocattolo può volare entro un raggio di 200 metri dal punto di controllo e a un’altezza massima di 70 metri. Inoltre, durante l’utilizzo bisogna indossare un giubbetto fluorescente per la visibilità ed è vietato far volare il drone al di sopra di cortei, manifestazioni sportive e spettacoli. 

Prezzi e dove acquistarli

I droni giocattolo per bambini hanno prezzi che variano dai 30 ai 100 euro, a seconda di quanto è complesso o meno l’utilizzo e di quante funzionalità sono previste. Ovviamente la possibilità di scelta più ampia e con gli sconti maggiori si trova online: da Amazon agli e-shop cinesi, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Oppure si può optare per l’acquisto in una delle fiere di settore, in cui è possibile toccare con mano e provare di persona il drone prima di acquistarlo. Trattandosi comunque di articoli per bambini, ribadiamo che il drone deve riportare la dicitura che specifica da quale età si può utilizzare e di non lasciare mai il bambino senza la supervisione di un adulto durante l’utilizzo. 

 223 total views,  2 views today

Condividi sui social