1,699.99 €
Vantaggi Svantaggi
  • Ottima autonomia della batteria
  • Drone 8k
  • Linea composta da 3 modelli (8k, 6k, dual)
  • Attualmente ancora non molto diffuso in EU

Autel Robotics è un’azienda statunitense che opera nella ricerca e nello sviluppo dei droni, con sede a Bothell, nello stato di Washington. La compagnia aveva creato Autel EVO, un modello che avrebbe dovuto essere il rivale del DJI Mavic e che sul mercato europeo non ha avuto molto successo. A gennaio di quest’anno, al CES 2020 di Las Vegas, la più grande fiera di elettronica di consumo e tecnologia, la casa produttrice ha presentato ufficialmente l’evoluzione Autel EVO 2 (che significa evolution of flight), principale competitor del Mavic Pro 2, uno degli esemplari più amati nel mondo dei droni. Tre i modelli che fanno parte della famiglia: EVO IIEVO II Pro ed Evo II Dual.

Autel EVO 2, il drone 8K con 12 sensori anticollisione e 40 minuti di autonomia di volo

C’è tantissima innovazione tecnologica nell’Autel Evo 2, per chi si aspetta il massimo livello di qualità dalle riprese aeree, dagli scatti fotografici e dalle prestazioni. È ideale quindi per i professionisti della fotografia aerea e per chi usa i droni per lavoro. Alcune caratteristiche:

  • Le braccia pieghevoli che ne facilitano il trasporto, riducendo notevolmente gli spazi d’ingombro
  • Il peso che si aggira intorno al 1,2 kg. Rispetto ad altri modelli Autel Evo 2 ha una stazza maggiore
  • L’autonomia di volo. 40 minuti in movimento e 35 minuti in modalità fissoIl tutto grazie a una grande batteria 3S da 100 mAh, posta nel retro del drone, facilmente smontabile per essere messa in ricarica
  • 12 sensori anticollisione. Posti a coppia su ogni lato e sopra e sotto garantiscono una visione stereoscopica rilevando ostacoli anche a molti metri di distanza
  • La telecamera in 8K, montata su gimbal a tre assi intercambiabili, che permette riprese fino a una risoluzione di 8000×6000 pixel

L’Autel EVO 2 presenta due slot: uno contiene una Sd card da 32 giga, uno ha la porta per collegare il drone al computer. Presente il marchio CE, per il rispetto del regolamento europeo dei droni che entrerà in vigore, con sei mesi di ritardo, rispetto alla tabella di marcia, dal 1° luglio 2020 al 1° gennaio 2021, a causa dell’emergenza sanitaria causata dal coronavirus. I primi esemplari stanno arrivando sul mercato europeo in queste settimane.

  • 91%
    Design - 91%
  • 94%
    Durata Batteria - 94%
  • 97%
    Caratteristiche - 97%
  • 86%
    Facilità d'uso - 86%
92%

Sommario

PRO: Drone pieghevole con un ottima autonomia fino a 40 min. Possibilità di scelta tra modello con telecamera 8k, 6k o Dual.
CONTRO: Ancora non molto diffuso sul mercato Europeo.
Offerta: Clicca qui per vedere l’offerta>>

Nella confezione insieme all’Autel EVO 2

Con il drone saranno consegnati un radiocomando dotato di display e vano di alloggio per uno smartphone, un carica batteria, eliche di riserva, cavetti di collegamento, il libretto delle  istruzioni e i documenti.

I modelli della serie Autel EVO 2

EVO II 8K: è un drone in grado di realizzare immagini con una risoluzione di 8000×6000 pixel, con uno zoom 4x. Pesa 1127 grammi. È dotato di 12 sensori omnidirezionali. La sua camera (Sony IMX586), ha una risoluzione massima di 8000×6000 pixel per le foto e 7680×4320 pixel per i video, in formato MOV/MP4, con zoom 1-8x.

EVO II Pro 6K: è un drone che si differenzia dalla versione precedente per la tipologia di camera montata (Sony IMX383) con una risoluzione massima di 5472×3648 pixel per le foto e 5472×3076 pixel per i video, in formato MOV/MP4, con zoom 1-8x. Il range ISO è 100-12800 per le foto e 100-6400 per i video. È un modello adatto per fotografi professionisti o per chi usa il drone per lavoro (mappature 2D/3D, rilievi di precisione).

EVO II Dual: rappresenta il modello top della famiglia. È un drone professionale adatto per la termografia. Dotato di doppia fotocamera, termica FLIR Boson con risoluzione termica 614x512pixel, fotocamera visibile con Sony (IMX586), con risoluzione massima di 8000×6000 pixel per le foto. Zoom 1-8x e ISO range 100-3200.

Conclusioni

I modelli EVO II si collocano in quella sottile fascia di mercato che separa i droni hobbystici da quelli professionali, accontentando sia chi li usa per svago sia chi li utilizza per lavoro. L’obiettivo dell’Autel Robotics è del resto competere con la casa produttrice DJi. Cosa che non era riuscita con il modello EVO.

Per quanto riguarda il prezzo, si va dai 1495 dollari di EVO II ai 1795 dollari di EVO II PRO, mentre per EVO II Dual il costo varia in base alle caratteristiche richieste. Se si considerano, quindi, la qualità delle riprese video, l’intercambiabilità del gimbal camera nei tre modelli, l’autonomia di volo, la sicurezza elevata garantita dai sensori installati su tutti i lati e la molteplicità di funzioni disponibili, l’acquisto dell’Autel EVO 2 si rivelerà una scelta azzeccata.

 284 total views,  3 views today

Condividi sui social