Eliche droni

Pilotando un drone radiocomandato ti sarai accorto in fretta che, assieme al motore, le eliche sono l’elemento che influenza maggiormente il volo. Non solo, le eliche sono il componente più soggetto agli urti e alla conseguente rottura, considerando la loro fragilità.

Ti ritroverai quindi abbastanza presto a dovere acquistare delle eliche di ricambio, causa danni riportati in seguito a collisioni e manovre un po’ troppo spericolate. Sul mercato esistono diverse opzioni, che si distinguono tra loro per prezzo, caratteristiche e potenzialità. Per aiutarti nella scelta delle eliche più adatte alle tue esigenze, abbiamo quindi pensato a questa breve guida all’acquisto. Continua a leggere per scoprire come trovare le migliori eliche per il tuo drone.

 Dimensioni

Iniziamo parlando delle dimensioni: le misure di un’elica sono definite da tre parametri, ovvero lunghezza, passo (o pitch) e numero di pale. La lunghezza, espressa in pollici, rappresenta il diametro del disco che l’elica forma mentre ruota. Il passo, o pitch, anch’esso espresso in pollici, indica la svergolatura che si nota lungo l’elica e che non è costante dalla radice all’estremità.

In pratica, senza scendere troppo nei meandri dell’aerodinamica, questo valore indica che l’elica, e di conseguenza il velivolo, avanzano di tot pollici per ogni giro completo di 360°. Quindi maggiore è il passo, più velocemente avanzerà l’elica, sempre in funzione della potenza generata dal motore. Questo parametro, d’altra parte, influenza anche la resistenza incontrata dalla pala, con la conseguenza che più aria l’elica riesce a spingere verso la coda del drone, più potenza dovrà essere generata dal motore e maggiori saranno i consumi.

Per quanto riguarda il numero delle pale, solitamente le eliche più comuni ne hanno due o tre. Più sono le pale maggiore è la spinta, ma questo si traduce anche in un maggiore consumo di energia. 

Materiali

Le eliche possono essere realizzate in diversi materiali: plastica, legno, fibra di carbonio, ecc. Le eliche in carbonio per droni sono rigide ma leggere, e solitamente sono quelle che offrono le migliori prestazioni.

Forma

Le differenze nella forma delle eliche si notano più che altro nella punta: eliche a punta, eliche BullNose (BN), eliche Hybrid BullNose (HBN). Le eliche a punta di solito sono le più efficienti, anche se generano minore spinta. Le BullNose producono una spinta maggiore ma consumano più energia. Infine, le Hybrid BN sono una via di mezzo tra le due precedenti. 

Migliori marche di eliche per droni

Bisogna innanzitutto fare alcune piccole distinzioni: in commercio si trovano eliche per droni professionali, che hanno un certo costo, ed eliche per droni da utilizzo amatoriale, dal prezzo più contenuto. Inoltre, la scelta può cambiare se si intende volare in modalità race o in freestyle. Chi pratica il racing col proprio drone preferisce sicuramente eliche robuste e veloci, quindi presterà più attenzione al pitch dell’elica, allo spessore e al materiale utilizzato. Nel freestyle, invece, conta di più avere eliche bilanciate e che non producano vibrazioni, preferendo magari quelle con pitch più basso. Detto questo, vediamo le migliori eliche attualmente in commercio.

Tra le eliche DJI le più gettonate al momento sono le Eliche a rilascio rapido 1360S, adattabili solo ai modelli DJI Inspire, che consentono di effettuare ogni tipo di acrobazie anche ad altitudini sopra la norma, senza il rischio di romperle. Funzionali e molto apprezzate degli utenti fedeli a DJI sono anche le Eliche a rilascio rapido 9450S, progettate per il Phantom 4. 

Troviamo, tra le favorite, anche alcune eliche autoserranti. Ad esempio, le DJI 1345 Eliche Autoserranti Inspire 1 N804, realizzate in materiale resistente e che restano ben salde alla struttura del drone, oltretutto con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Stesso discorso per le Eliche Autoserranti DJI 9450, che però sono compatibili solo con la serie Phantom 3. 

Per quanto riguarda i droni per principianti, utilizzati a livello amatoriale, sono molto apprezzate le Parrot Bepop 2.0: facili da montare, aderiscono perfettamente al drone, e sono allo stesso tempo resistenti e affidabili.

Conclusioni

Scegliere le eliche giuste per il proprio drone è un’operazione da fare con attenzione. E’ anche una questione di equilibri, in cui c’è da considerare peraltro la compatibilità col motore del drone, anche per evitare consumi esagerati o un ritardo nell’erogazione della potenza. La scelta è comunque soggettiva, e in generale consigliamo di affidarsi alle sensazioni che si hanno durante il volo. Ad ogni modo, speriamo di averti chiarito un po’ le idee con questa breve guida all’acquisto.

 169 total views,  1 views today

Condividi sui social

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi